Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino
Seguici su:
Seleziona una pagina

Pinacoteca comunale e Palazzo Levis

PINACOTECA “Giuseppe Augusto LEVIS” di Chiomonte

Indirizzo: Via Vittorio Emanuele II n. 75 – Chiomonte

Ingresso libero

Orario di visita Pinacoteca Comunale:

  • luglio e agosto = venerdì e sabato ore 17,00-19,00, domenica ore 16,30-19,30;
  • In altri periodi aperto solo su prenotazione per visite di gruppo tel. 3491950949.

Per ulteriori informazioni: info.pinacotecalevis@gmail.com tel. 012254441 – 3491950949

La Pinacoteca G. A. Levis, che ha sede nel palazzo cinquecentesco afferente alla famiglia Paleologo di Chiomonte, entrato in possesso del pittore Giuseppe Augusto Levis nel 1911, conserva un cospicuo gruppo di opere pittoriche, che testimoniano buona parte del percorso dell’artista lungo i primi trent’anni del Novecento (1900 – 1926).

Tra l’ampia selezione di opere si segnala un nucleo dedicato alla pittura di paesaggio montano, che mette la Pinacoteca in relazione con diverse collezioni presenti in altre istituzioni museali piemontesi. Difatti l’operato dell’artista, principalmente quello relativo alla prima fase della sua produzione, è da collegarsi con le opere di Lorenzo Delleani e ai suoi insegnamenti, impartiti al pittore chiomontino presumibilmente a partire dalla fine del XIX secolo. I paesaggi alpini di Giuseppe Augusto Levis, assieme a quelli di pochi altri autori piemontesi ottocenteschi, consentono di approfondire la memoria della vita dell’Alta Val Susa, messa a confronto con le altre valli piemontesi, creando un forte collegamento con la storia delle comunità circostanti.

Il museo nasce a seguito del lascito testamentario del pittore Giuseppe Augusto Levis al Comune di Chiomonte di un’ampia selezione delle sue opere databili entro i primi trent’anni del Novecento (1926), che l’artista, grazie ad un’apposita commissione, dispone che venga suddivisa equamente per quantità e qualità tra i Comuni di Chiomonte e Racconigi, destinandola a scopi educativi e sociali. Per la costituzione vera e propria della Pinacoteca di Chiomonte si è dovuto attendere la morte della moglie del pittore, Maria Teresa Biancotti (1947), e le successive procedure formali per l’entrata in possesso da parte dei Comuni dei dipinti, conclusasi solo nel 1962. Dal 1974 quattro sale dello storico Palazzo di famiglia Levis, sono adibite a sede espositiva. Con aperture variabili, gli spazi della Pinacoteca vengono riqualificati intorno all’inizio degli anni Novanta e aperti al pubblico regolarmente dal 2008.

 

PALAZZO PALEOLOGUE – LEVIS

Alphonse Paleologo, medico e predicatore dell’ordine dei Domenicani, immigrato a Chiomonte dopo il 1569, che acquistò l’immobile negli anni tra il 1580 e 1590 e lo trasformò in abitazione signorile. Nel 1607 morì, lasciando come unico erede il figlio Jehan Baptiste Paleologo o Paleologue (1581 – 1651), governatore dello “Chateau d’Exilles”, a cui si deve l’ampliamento e l’abbellimento dello stesso “Palais Paleologue” negli anni tra il 1612 e il 1642. Tra le sue mura nacque nel 1761 Giorgio Andrea Agnes Des Geneys, primo ammiraglio e fondatore della Marina Sarda, nonché Governatore di Genova e Ministro di Stato. Solo nel 1911 ne divenne proprietario il pittore Giuseppe Augusto Levis,  in seguito all’eredità lasciata dalla madre chiomontina Eugénie Anfossy, che sposò in seconde nozze il biellese Giuseppe Levis. Alla morte del pittore, il palazzo passò di proprietà al Comune di Chiomonte ed oggi ospita la Pinacoteca Comunale “Giuseppe Augusto Levis”.

Accanto alle sale dedicate alla collezione permanente delle opere di Giuseppe Augusto Levis, gli altri spazi sono destinati ad accogliere esposizioni temporanee, volte a valorizzare il contesto dell’artista.