Come fare per

Il procedimento amministrativo

Per procedimento amministrativo si intendono tutti gli atti e attività della Pubblica Amministrazione che a seconda della loro funzione, possono avere carattere dichiarativo, autorizzativo, concessorio, oblatorio o di esecutorietà. La Legge che regola il procedimento amministrativo ed il diritto di accesso ai documenti della Pubblica Amministrazione, è la n. 241/90 modificata , con effetti in parte sospesi, dalla Legge n. 69/09. Il procedimento, di che trattasi, riguarda in pratica tutti gli organi della Pubblica Amministrazione, da quelli governativi statali a quelli degli enti locali.
Il quadro normativo sulle tempistiche, così come modificate dalla Legge n. 69/09, deve concludersi entro un termine determinato definito per legge o per regolamento da parte dell’ente locale; il termine previsto in mancanza dei succitati provvedimenti è quello di 30 gg. lavorativi così come introdotto dalla Legge sopra citata. Tale termine può essere sospeso per una sola volta e per un massimo di successivi trenta giorni al fine di acquisire le informazioni, certificazioni o comunque la documentazione mancante.
Le Pubbliche Amministrazioni sono tenute a determinare, per ogni tipo di procedimento di loro competenza, il responsabile dell’istruttoria e di ogni altra fase procedimentale, nonché l’ufficio competente ad emettere la disposizione finale.
Sono soggetti Responsabili del Procedimento Amministrativo i soggetti con posizione apicale organizzativa.
Il procedimento amministrativo si apre d’ufficio, su iniziativa dell’amministrazione, o su istanza di parte, su iniziativa di un privato cittadino o impresa.
Sono esclusi dalla categoria gli atti normativi, amministrativi generali, di pianificazione e programmazione, nonché tutte le attività che rientrano nel processo amministrativo, (diverso e distinto dal procedimento) o nel processo tributario.


Regolamento procedimenti amministrativi

Elenco procedimenti amministrativi